lunedì 1 febbraio 2010

Tempo di crisi: in Italia intanto aumentano le auto blu

Uno studio condotto da Contribuenti.it ha evidenziato che in Italia il numero delle auto blu è arrivato a 626.760 unità. Il numero delle automobili "di servizio" dello Stato e delle amministrazioni pubbliche è quindi aumentato del 3,1% nonostante le tante dichiarazioni verbali della politica nostrana sulla volontà di porre un freno a questo fenomeno. Buone intenzioni sulla carta, ma i fatti parlano chiaro: niente tagli su questa forma di privilegio.

Ovviamente in materia siamo i peggiori della classe in Europa: del resto quando si tratta di approfittare non siamo secondi a nessuno.

Mentre in Italia le auto blu sono 626.760, negli USA sono 72.000, in Francia 61.000, nel Regno Unito 55.000, in Germania 54.000, in Turchia 51.000, in Spagna 42.000, in Giappone 30.000, in Grecia 29.000 e in Portogallo 22.000.

Invece di gridare a vanvera sulla moralizzazione della PA in Italia, basterebbe far rispettare le leggi "anti-casta" già esistenti: e poi, se ci fosse un po' di vergogna, non ci sarebbe bisogno nemmeno della legge. Soprattutto in questi tempi di crisi, con tante persone e famiglie con le spalle al muro, basterebbe il semplice buon senso e la volontà di dare l'esempio.

Figuriamoci!!! Buon senso? Vergogna? Queste oggi sono cose ormai inimmaginabili in Italia...

1 commento:

Gianluca Aiello ha detto...

Purtroppo in Italia l'auto blu è uno status symbol come il cellulare all'ultimo grido.
Finchè le priorità psicologiche restano queste non aspettiamoci altro dalla noi stessi e dalla nostra società.