giovedì 30 luglio 2009

Gli "Attrattori" Politici

Tante volte ho scritto su questo blog della "perdita di senso" che sta gravando pesantemente sulla politica italiana sia a livello locale che nazionale. Fare politica in Italia può diventare frequentemente per una persona onesta un'impresa frustrante: da quello che la cronaca ci fa vedere di tanti esempi di degrado morale, corruzione, basso profilo, incompetenza, cinismo, c'è veramente di che essere pessimisti.

La classe politica italiana, sotto tantissimi punti di vista, risulta spesso anni luce indietro alle istanze che provengono dalla società: legalità, ambiente, salute, qualità della vita, ecc...

Sul sito di "Decrescita" è stato recentemente pubblicato questo interessante documento che,secondo me, apre moltissimi spunti di riflessione su questi temi. Invito quindi alla lettura ed eventualmente a riflettere sui contenuti e sulle proposte che questo documento espone.

Prima o poi bisognerà fare i conti con queste questioni: e secondo me, è meglio farlo "prima" (che sia troppo tardi)...

1 commento:

Gianluca Aiello ha detto...

Condivisibile, ma quali sarebbero gli strumenti per ottenere questi risultati e queste figure?
In teoria tutto sarebbe realizzabile senza rivoluzioni, ma solo con le persone giuste che vogliano tornare a fare politica amministrativa e non di potere.
Non ci vedo tante ricette, ma solo volontà.