venerdì 21 novembre 2008

L'importanza delle Parole


In Italia l'evasore fiscale viene chiamato "furbo". Allo stesso modo il palazzinaro senza scrupoli che si arricchisce speculando a danno della collettività viene chiamato "furbo". Il promotore finanziario che ti rifila bond, fondi o obbligazioni taroccate viene chiamato "furbo". Il politico che fa solo i suoi interessi e quelli dei suoi amici, l'artigiano che non ti rilascia la fattura e gira con una Mercedes da 70mila euro, il figlio del professore che vince inesorabilmente il posto da ordinario, chi scavalca la lista di attesa per una visita specialistica grazie alle raccomandazioni, chi costruisce la villa abusiva all'interno di un'area protetta, chi scarica rifiuti tossici nei fiumi o nei campi, chi appicca gli incendi d'estate, chi fa sparire in una sola notte un bosco intero... Tutti questi in Italia li chiamiamo "furbi".

Bisogna fare molta attenzione: le parole hanno un peso. Il termine "furbo" sottointende alla fine una connotazione quasi positiva e talvolta anche di ammirazione.

La furbizia non implica vergogna, ma astuzia.

Usando questo termine si finisce con l'accettare uno stato di cose che invece deve essere totalmente rifiutato e condannato. I furbi, grazie alla loro arroganza e al loro disprezzo per la collettività, ci privano sempre di qualcosa; solitamente un nostro diritto

Cominciamo allora a chiamare questi individui per quello che sono. Poichè queste persone ci privano di qualcosa, essi sono dei "ladri". Di conseguenza la lista precedente deve essere corretta come segue:
  • l'evasore fiscale è un ladro
  • il palazzinaro senza scrupoli che si arricchisce speculando a danno della collettività è un ladro
  • il promotore finanziario che ti rifila bond, fondi o obbligazioni taroccate è un ladro
  • il politico che fa solo i suoi interessi e quelli dei suoi amici è un ladro
  • l'artigiano che non ti rilascia la fattura e gira con una Mercedes da 70mila euro è un ladro
  • il figlio del professore che vince inesorabilmente il posto da ordinario è un ladro
  • chi scavalca la lista di attesa per una visita specialistica grazie alle raccomandazioni è un ladro
  • chi costruisce la villa abusiva all'interno di un'area protetta è un ladro
  • chi scarica rifiuti tossici nei fiumi o nei campi è un ladro
  • chi appicca gli incendi d'estate è un ladro
  • chi fa sparire in una sola notte un bosco intero è un ladro
Se vogliamo cominciare a cambiare qualcosa in questo Paese, è necessario insegnare alle persone almeno il perduto senso della vergogna...

1 commento:

Gianluca Aiello ha detto...

Quanto meno inziare a chiamre le cose con il proprio nome.